Sinestesia

da Sinestesie (2008)

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

senza provenienza e con nessuna direzione
mi son spinto sulle sponde
ho gridato il suo nome nel silenzio
dal vapore una forma mi risponde… “prendimi”

perso nel suo sguardo
e confuso nei sensi
dai papaveri che ha colto
nella fucina delle fantasie e dei sogni
le ho donato il giusto volto

l’ho visto gioire
avvolto nel tepore dei
frammenti di nettare che
colavan su lei

i giorni vengono distinti tra loro
ma la notte ha un nome unico
e nell’oscurità le cose assumono
sembianze di diverso effetto scenico

l’ho vista salire
come edera in fiore
rubando avvinghiata ai respiri
l’aria intorno a me

senza provenienza e con nessuna direzione
mi son spinto sulle sponde
e dalle sabbie mobili io grido nel silenzio
solo l’eco mi risponde… “salvami”