Alla bocca del fiume

da Sinestesie (2008)

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

ti donerò l’orizzonte del mare
come culla per le tue antiche memorie
tu avrai per me un’ennesima illusione
perché sono io
il bimbo che sedeva in grembo a te
temendo il tuo addio

ti aspetteremo alla bocca del fiume
con vesti sgargianti
tradendo il costume
riconoscerai nei volti la tua storia e
– sia verità o errore –
la fantasia rapirà il senso
e lenirà il dolore

io vorrò credere
al lento incedere
il vento soffierà
dolce la cenere

nuota pesciolino nuota
in correnti lontane
le tue pinne fragili
sapranno resistere all’urto
di onde contrarie

e ti osserviamo leggera sull’acqua
mentre lui ti bacia sfiorando la guancia
e le nostre mani applaudono sempre più
forti di un legame
che cambia la bonaccia in brezza
le stigmate in squame

io voglio credere
al tuo procedere
nel vento che soffia
la cenere

nuota pesciolino nuota
e alla fine del mare
troverai rifugio
dal tempo che muta lento
nel dimenticare