Se lascerai a Sisifo la pietra

da Incognite note (2010)

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

nella profondità del tuo inverno
hai imparato alla fine che esiste in te un’estate invincibile?
nello strazio insopportabile
e come sempre sopportato la forza è l’averlo affermato sopra te

e in un giorno d’agosto che hai rivisto in replay
hai chiesto a Dio se ha un senso questo vivere
la risposta è venuta nel tempo, come un cero oscurato
che ha proiettato nel blackout di trentasette lunghi anni…

ma io ti starò vicino se lascerai a Sisifo la pietra
e senza sapere dove il cammino porta
ritorneremo giù

ché sebbene un diluvio non duri per sempre
ad inizio novembre il cielo piange ancora
ma nel vento che ora accarezza la ghiaia
sarai bastone della giovinezza, ed io ali della vecchiaia

così ti starò vicino se lascerai a Sisifo la pietra
ed alle prime luci del mattino
forte, lo rivedrai lassù
… lo rivedremo su

(nella profondità di ogni inverno
mi hai insegnato già adesso che
esiste in me la tua estate
invincibile)