Il filo da tagliare

E’ da mesi che non aggiorno più questo blog, un po’ perché preso da tante altre cose, un po’ perché gli aggiornamenti in quasi tempo reale sul sito principe del web 2.0, Facebook, hanno preso il sopravvento. Dato però che sto concretamente portando avanti idee e scrittura per il terzo album, ho deciso di riniziare ad appuntare qui pensieri e parole più intimamente legati alla mia musica – e magari aggiornare presto la grafica verso qualcosa di meno cupo!

La mia vita è radicalmente cambiata da inizio marzo, e sono molto soddisfatto di tutto. Ho pensato molto a quale fosse la chiave di lettura degli eventi che si sono verificati (o che, meglio, ho voluto si verificassero) da quando mi sono trasferito a Londra. Credo di averla trovata, ed ovviamente si è riflessa su tutto quello che ho scritto finora e su quello che sarà il tema portante della creatura musicale che sta nascendo.

Ho diverse canzoni in ballo (oltre una quindicina per il momento, tra completamente finite e appena abbozzate) e per un periodo ho anche pensato all’eventualità di registrare un doppio album. Voglio però continuare a tenere un profilo umile – e continuare a scrivere finché avrò non più 10-12 canzoni che mi convinceranno completamente e che mi sembreranno davvero di valore. Siamo a buon punto, ma manca ancora un po’. Solo allora le registrazioni, con tutto il ben di Dio di cui dispongo!, potranno finalmente cominciare sul serio.