Il giovedì delle salme

Il ministro dei temporali
in un tripudio di tromboni
auspicava democrazia
con una tovaglia sulle mani
e le mani sui coglioni.


Mentre il cuore d’Italia, da Palermo ad Aosta, si gonfiava in un coro di vibrante protesta…

[Fabrizio De André, 1990]