Senza provenienza e con nessuna direzione

Ieri è stata una giornata tirata fuori da qualche anno fa, tesa per questioni che difficilmente si possono spiegare razionalmente. E allora ho trovato la giusta ispirazione per portare ad ottimo punto la pseudo title-track che aprirà l’album, di cui diversi suoni erano già pronti dal 2007. Ne è venuta fuori una canzone terribilmente aggressiva, con chitarre e sintetizzatori che graffiano il vetro. Amo già questa versione. Sarà il giusto ponte tra “Scatola nera” e quello che sta per arrivare.

2 thoughts on “Senza provenienza e con nessuna direzione

  1. belli questi versi… anche io a volte vorrei vedere un topo mangiarsi un gatto, si capovolgerebbe la legge naturale che fa vincere sempre il più forte.
    La notte per me Ha gli occhi spietati di chi ho amato sopra ogni cosa!!!!!

  2. Stasera appena c vediamo ne parliamo d qsta cosa. baci Fede. la tua Littlegoslowly

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>